in

Aggressione omofoba a Rimini, Barbara d’Urso insiste per la legge contro l’omofobia

barbara d'urso omofobia

La sera del 5 luglio, in occasione della Notte Rosa di Rimini, un ragazzo è stato aggredito sul lungomare dopo aver baciato il suo compagno.

A diffondere la notizia ci ha pensato il presidente dell’Arcigay di Rimini, che ha descritto l’aggressione e l’aggressore

I due ragazzi camminavano abbracciati sul lungomare di Marina Centro e, dopo un bacio, un uomo con i capelli rasati ha colpito e spintonato a terra uno dei due ragazzi, per poi fuggire. L’uomo sarebbe stato immediatamente inseguito dagli amici della coppia mentre sarebbe già partita la segnalazione alla Questura.

Si chiede quindi ancora una volta a gran voce una legge contro l’omofobia che, in Italia, ancora non esiste ma che potrebbe contrastare i frequenti attacchi di stampo omofobo a cui assistiamo nel nostro Paese.

A schierarsi per la causa anche la conduttrice Barbara d’Urso che, dopo aver condiviso l’articolo legato all’attacco di Rimini, ha scritto sui social

Dove non arriva l’intelligenza deve arrivare la legge, ecco perché anche all’Italia serve una legge contro l’omofobia #stopomofobia #loveislove

Cosa ne pensi?

21 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

raffaella mennoia

Uomini e Donne, polemiche dopo gli ultimi troni: interviene Raffaella Mennoia con una comunicazione

Irama chiude i rapporti con Francesco Facchinetti, ecco cosa è successo