in

Alessandro Cattelan dice la sua sul Festival di Amadeus: è polemica

Alessandro Cattelan
Alessandro Cattelan

Alessandro Cattelan, famoso conduttore televisivo italiano, ha rilasciato una serie di dichiarazioni sul Festival di Sanremo 2020 in un’intervista per Dagospia.

Cattelan ha ammesso candidamente di essere stato contattato per Sanremo 2020:

Ne abbiamo parlato seriamente, sì, e devo dire che essere preso in considerazione per condurlo è già un bel riconoscimento

A quanto detto, però, ha aggiunto che non c’è stata nessuna dichiarazione formale da parte dell’azienda Rai per chiedergli di condurre il Festival di Sanremo 2020, ma ha specificato:

Formale no. Non mi è mai arrivato un foglio di carta con su scritto: ‘Fai Sanremo? Sì/no’. Però ne abbiamo parlato, questo sì. E ci siamo scambiati pensieri e opinioni. Faceva parte di un discorso credibile. Ma questo non significa che stessi per farlo, o che avessero pensato a me e non ad Amadeus…

Già poco prima che iniziasse il settantesimo Festival di Sanremo si erano rincorse una serie di voci circa la sua partecipazione sul palco dell’Ariston a causa di un post dello stesso Cattelan su Instagram. La foto lo ritraeva di fronte al Teatro dell’Ariston e la caption recitava:

Le cose belle capitano a chi sa aspettare

In realtà il conduttore di X Factor, aveva solo portato avanti un’azione di marketing geniale per pubblicizzare il suo “E Poi C’è Cattelan“.

Amadeus non è piaciuto ad Alessandro Cattelan?

Nell’intervista a Cattelan, gli è stato anche chiesto cosa ne pensasse della conduzione Amadeus. Il presentatore è stato schivo nella sua risposta:

Ha fatto il suo lavoro. Ma Sanremo è quella cosa che guardi a prescindere da chi lo fa, da chi non lo fa, da cosa ci mette dentro. A me era piaciuto molto quello di Baglioni. E oramai le domande su Sanremo sono diventate un tormentone con voi giornalisti…

La risposta di Lucio Presta

Le dichiarazioni di Alessandro Cattelan non sono passate inosservate, e Lucio Presta (agente di Amadeus) ha risposto alle dichiarazioni del giovane conduttore con un post su Facebook:

In tempo di Coronavirus mai mi sarei aspettato di leggere che Alessandro Cattelan avesse voglia, per farsi notare e parlare della imminente partenza del suo EPCC che ha debuttato ieri sera con uno 0,5 e 159 Mila spettatori,di tirare in ballo un collega che ha progettato e realizzato un grandissimo festival di Sanremo. (Amadeus)

L’agente di Amadeus continua con queste parole:

Ora verrebbe voglia di domandare a Cattelan: se ne ha parlato con Salini e Rai uno perché poi non gli è stato affidato? Non ha avuto offerta economicamente interessante? Non gli hanno dato i collaboratori che voleva? Cosa lo ha portato a rifiutare? O forse quando dice che ne ha parlato era allo specchio o con qualcuno che non aveva titolo per decidere? Vorrei davvero che precisasse con chi ha parlato, così eventualmente smentire qualche millantatore che si è preso gioco di Lui.

Presta conclude:

Cattelan dice che Sanremo si guarda a prescindere da chi lo conduce, è vero! Non conta il direttore artistico, ma Cattelan quest’anno ha chiesto la direzione artIstica di X FACTOR ed è stata l’edizione peggiore di sempre dicono.

Lui dice che almeno la finale la guarda sempre, mentre le altre serate guarda altro! Io prometto solennemente che il Sanremo che condurrà Lui lo guarderò tutto dalla prima all’ultima sera per essere certo che non sia un sogno ma una realtà. E per fortuna c’è Cattelan!

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adriana Volpe

Adriana Volpe farà pace con Giancarlo Magalli? Ecco le dichiarazioni della ex gieffina

La casa di carta L'enigma del professore

E’ in arrivo il libro de La casa di carta: ecco di cosa parlerà