in

Cesare Cremonini: “ho visto un mostro dentro di me che si chiama schizofrenia”

Cesare Cremonini
Cesare Cremonini

Cesare Cremonini ha confessato, in una lunga intervista al Corriere della Sera, di aver sofferto di schizofrenia. Il cantante ha rivelato di aver sofferto di questo disturbo mentale dopo un periodo, durato quasi due anni, in cui era ossessionato dal lavoro.

L’ex leader dei Lunapop ha ammesso di averlo scoperto per caso, grazie ad uno psichiatra da cui aveva accompagnato un’altra persona:

Andai dallo psichiatra per accompagnare un’altra persona, poi gli raccontai di me, di quel che provavo. I sintomi crescenti. La sensazione fisica era quella di avere dentro di me una figura a me estranea. Quasi ogni giorno, sempre più spesso, sentivo un mostro premere contro il petto, salire alla gola. Mi pareva quasi di vederlo. E lo psichiatra me lo fece vedere. “È questo?”, chiese. Era quello. Aveva braccia corte e appuntite, gambe ruvide e peloseLa diagnosi era: schizofrenia. Percepita dalla vittima come un’allucinazione che viene dall’interno. Un essere deforme che si aggira nel subconscio come se fosse casa sua. 

Cesare Cremonini racconta poi come si è sviluppato il suo malessere e il periodo stressante ed ossessivo che aveva vissuto: 

Venivo da due anni di ossessione feroce per la musica. Sempre chiuso in studio, anche la domenica. Smisi di tagliarmi la barba e i capelli.  Mangiavo due pizze a pranzo e pure a cena. Superai i cento chili. Non facevo più l’amore, se non da ubriaco. Avevo smesso qualsiasi attività fisica. 

Il cantautore bolognese ha poi svelato come è riuscito a sconfiggere la malattia che ogni tanto torna, in modo soft, a bussare nella sua testa: 

Lo psichiatra mi chiese cosa mi faceva sentire meglio. Risposi: camminare. Non lavorare; il lavoro era la causa. La cura era camminareHo preso anche dei farmaci, cose leggere, di cui non parlo per rispetto a chi ha dovuto fare cure farmacologiche pesanti. Ho camminato per centinaia di chilometri, scoprendo sentieri di collina. E mi sono ribellato all’eccesso di attenzione per tutto quel che proviamo, all’idea impossibile di poter esprimere ogni cosa, di comunicare questa slavina di emozioni da cui siamo colpiti. 

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cristiano Malgioglio

Grande Fratello Vip 5: lo spoiler di Cristiano Malgioglio a Tommaso Zorzi

Barbara d'Urso diventa zia della piccola Sofia

Fiocco rosa in casa d’Urso: è nata Sofia, nipote di Barbara