in

Grande Fratello Vip 4: arriva il comunicato del management di Clizia Incorvaia (che peggiora le cose)

Clizia Incorvaia
Clizia Incorvaia

Giorni di fuoco per Clizia Incorvaia. L’influencer ed attuale inquilina della casa, dopo l’attacco sferrato ad Andrea Denver per averla nominata e aver utilizzato parole irripetibili, sarebbe a rischio squalifica. Nella giornata di ieri, infatti, il Grande Fratello Vip ha annullato il televoto che vedeva in nomination la Incorvaia, Antonella Elia, Andrea Montovoli e Paola Di Benedetto.

Non è solo il web ad essere in rivolta. Anche l’Associazione Nazionale dei Carabinieri e gli sponsor ufficiali del Grande Fratello Vip hanno preso una posizione riguardo le parole di Clizia Incorvaia. E le posizioni non sono certamente a favore della concorrente.

Nella giornata di ieri sul profilo Instagram della Incorvaia è apparso un comunicato da parte del management dell’influencer. Comunicato che non è riuscito a sedare la rivolta, ma ha aggravato la posizione dell’Incorvaia. Perché? Da quanto si legge, il comunicato avrebbe cercato di edulcorare quanto accaduto tirando in ballo l’emergenza riguardante il Coronavirus, che in queste ore sta mettendo in ginocchio metà del nostro Paese.

Queste le parole:

In quanto management della Signora Clizia Incorvaia, ci sembra doveroso puntualizzare ed essere estremamente “limpidi” su quanto accaduto.

Le affermazioni della Signora sono state è vero alquanto fuori luogo e molto, molto colorite nessuno lo mette in dubbio.

Desideriamo sottolineare, che ci si sta accanendo contro di lei – con una esagerata condanna mediatica – su una frase che nulla aveva a che fare con l’organizzazione Mafia nella sua accezione più stretta. La Signora Incorvaia – oltretutto siciliana – ha soltanto in maniera energica durante una discussione – fatto un riferimento a tutto ciò che quotidianamente tutti noi leggiamo sulle testate giornalistiche: i pentiti ecc ecc … riportandolo in un battibecco con un altro concorrente della casa.

Riteniamo che oggi il nostro paese abbia dei problemi molto ma molto più gravi ed importanti sui quali porre riflessioni non ultimo il Coronavirus e trovare il tempo per accanirsi su questa ragazza per una frase detta durante una litigata – dove ognuno di noi spesso dice per rabbia cose prive di senso – sia un atteggiamento di grande superficialità. In ogni caso ogni provvedimento attuato nei confronti di Clizia lo si accetterrà ma sempre nel limite in cui lo stesso non raggiunga dei termini eccessivi e lesivi della sua immagine. Desideriamo inoltre anche sottolineare che – confrontandoci con la nostra divisione legale – la Cassazione non ritiene reato o diffamazione, delle affermazioni “sopra le righe” come quella pronunciata dalla Sig.ra Incorvaia quando avvengono in una discussione dove i toni si esasperano.

Ci sembra sia estremamente utile sottolineare questo aspetto, anche dal punto di vista legale. Grazie.

Team Clizia

View this post on Instagram

In quanto management della Signora Clizia Incorvaia, ci sembra doveroso puntualizzare ed essere estremamente "limpidi" su quanto accaduto. Le affermazioni della Signora sono state è vero alquanto fuori luogo e molto, molto colorite nessuno lo mette in dubbio. Desideriamo sottolineare, che ci si sta accanendo contro di lei – con una esagerata condanna mediatica – su una frase che nulla aveva a che fare con l'organizzazione Mafia nella sua accezione più stretta. La Signora Incorvaia – oltretutto siciliana – ha soltanto in maniera energica durante una discussione – fatto un riferimento a tutto ciò che quotidianamente tutti noi leggiamo sulle testate giornalistiche: i pentiti ecc ecc … riportandolo in un battibecco con un altro concorrente della casa. Riteniamo che oggi il nostro paese abbia dei problemi molto ma molto più gravi ed importanti sui quali porre riflessioni non ultimo il Corona Virus e trovare il tempo per accanirsi su questa ragazza per una frase detta durante una litigata – dove ognuno di noi spesso dice per rabbia cose prive di senso – sia un atteggiamento di grande superficialità. In ogni caso ogni provvedimento attuato nei confronti di Clizia lo si accetterrà ma sempre nel limite in cui lo stesso non raggiunga dei termini eccessivi e lesivi della sua immagine. Desideriamo inoltre anche sottolineare che – confrontandoci con la nostra divisione legale – la Cassazione non ritiene reato o diffamazione, delle affermazioni "sopra le righe" come quella pronunciata dalla Sig.ra Incorvaia quando avvengono in una discussione dove i toni si esasperano. Ci sembra sia estremamente utile sottolineare questo aspetto, anche dal punto di vista legale. Grazie. Team Clizia

A post shared by Clizia Incorvaia (@cliziaincorvaia) on

Clizia Incorvaia cerca di correre ai ripari

Mentre tutti, fuori dalla casa, chiedono la squalifica immediata dell’influencer, la Incorvaia cerca di correre ai ripari come meglio crede. Lo stesso Antonio Zequila ha cercato di darle una via di uscita da questa situazione, suggerendo una giustificazione alle sue parole.

Cosa accadrà nella puntata di questa sera? Alfonso Signorini e il Grande Fratello Vip prenderanno i provvidimenti che tale comportamento merita?

Cosa ne pensi?

-9 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

barbara d'urso

Live – Non è la d’Urso, scontro acceso tra Barbara d’Urso e Vittorio Sgarbi – VIDEO

Francesco Facchinetti

Coronavirus, Francesco Facchinetti schiaffeggia due persone in strada: ecco cosa è successo