in

Elodie racconta la sua infanzia difficile

Elodie racconta infanzia difficile

La cantante Elodie si è raccontata in una lunga intervista per il Corriere della Sera. Un’intervista che racconta l’infanzia rubata ad una bambina. Un’infanzia in cui avrebbe affermato di essere sempre stata “troppo” libera e durante la quale sapeva di dover lottare per i suoi sogni. Un’infanzia difficile che le ha sbattuto la realtà in faccia sin dalla più tenera età.

Oggi non mi sento tormentata e sono piuttosto lucida riguardo a quello che è stato. Considero il mio passato la mia fortuna: mi ha dato la possibilità di vedere la vita cruda fin dall’inizio e non l’ho subìta

fonte: corriere.it

Il racconto parte dalla separazione dei genitori, dai problemi di tossicodipendenza che lei, quando era piccola, non aveva saputo riconoscere:

I miei si sono separati quando avevo otto anni ma anche prima non erano molto felici, a casa non c’era una bella arietta. Mia mamma faceva la cubista, era una ragazza con problemi, mi ha avuta a 21 anni. Entrambi hanno sofferto molto ed erano onesti in questo, non hanno mai camuffato il loro malessere. Ma per me che ero una ragazzina e lì vedevo così erano dei folli. I problemi dei miei genitori erano legati alla tossicodipendenza. Io l’ho capito dopo un po’ ma non ho reagito arrabbiandomi, anche se poi ho avuto dentro di me tanta rabbia per parecchio tempo. Ho detto vabbè vi do una mano, cerco di capire come aiutare. Non mi va di addossare colpe a loro, ma sono stata anni a tentare di sistemare una cosa che non è sistemabile, non da una ragazzina.

fonte: corriere.it

La giovane cantante avrebbe anche raccontato come fosse difficile la situazione economica. Molte volte veniva a mancare l’acqua calda in casa e lei non riusciva a studiare. Ma sapeva già da allora di dover proteggere la sua sorellina di tre anni più piccola. Anche le persone in cui si imbatteva non sarebbero state delle più raccomandabili:

Potrei fare un film dai miei otto anni ai 23, con tutti i personaggi della mia vita: anche solo sul pianerottolo c’erano spacciatori, gente sessualmente promiscua, alcolizzati, la mia famiglia che non era quella del Mulino bianco. Ma tutto il quartiere aveva volti parecchio coloriti: osservandoli è come se avessi studiato, ho amato tante di quelle persone. Mi hanno dato la possibilità di vedere le vita con serenità: tutte le cose si risolvono e anche quando soffri è una fortuna, perché stai vivendo.

fonte: corriere.it

Uno dei più grandi rimpianti di Elodie, però, è la mancata istruzione. La giovane cantante, infatti, ha confessato di avere la terza media:

Ti senti sporco, questa è la verità. È un contesto che rischia di inghiottirti. Non studiamo, a nessuno gliene frega niente, ma chi ti chiede i voti della pagella? I miei genitori non sono mai andati a parlare con un professore. Io ho la terza media e per dirlo ci ho messo anni: mi vergognavo come una ladra. Rimpiango moltissimo il fatto di essere ignorante. Mi fa sentire a disagio, anche perché sono stata vigliacca: ho fatto il liceo fino al quinto anno, senza mai essere bocciata. Arrivata a maggio, mi sono ritirata. Non mi sentivo all’altezza di fare l’esame. Certo, allora mica l’ho detto così, ho fatto la coatta: mi ero inventata una storia del tipo che non avevo bisogno che qualcuno mi giudicasse, che mi dicesse se fossi pronta o meno. Ma avevo solo paura del fallimento, una cosa che mi ha accompagnata a lungo.

fonte: corriere.it

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tommaso Zorzi

Tommaso Zorzi sbotta: “voglio parlare con i legali” e subito dopo minaccia di abbandonare la casa

Marco Carta

Marco Carta rompe il silenzio dopo l’assenza di ieri a Live – Non è la d’Urso