in

Emilio Fede, dopo la caduta: “Temo di morire ai domiciliari”

Emilio Fede
Emilio Fede

Qualche giorno fa avevamo riportato la notizia del ricovero in ospedale per Emilio Fede, necessario a causa di una brutta caduta. In seguito era stato comunicato che il giornalista era fuori pericolo.

Sul nuovo numero del settimanale “Oggi“, è stata pubblicata un’intervista rilasciata da Fede poco dopo la caduta. Nelle dichiarazioni di Fede si legge:

Ho quasi perso un occhio, ho dolori ovunque, per fortuna sono ancora capace di intendere e di volere. Ho battuto la testa forte, mi hanno operato al naso … Sono rimasto circa mezz’ora a terra, non avevo né la forza di alzarmi né di gridare. Per fortuna un custode mi ha visto e ha chiamato i soccorsi… La notte mi sveglio con l’incubo di quella caduta e a volte ho paura persino ad addormentarmi perché temo di non svegliarmi più.

Emilio Fede, condannato ai domiciliari per 4 anni e 7 mesi, ha poi ammesso di avere paura di una cosa:

Temo di morire ai domiciliari, ma non me lo merito. Come passo le mie serate? Da solo, al massimo mi cucino gli spaghetti.

Infine ha aggiunto:

Mia moglie è a Napoli, ha problemi di salute e non è in grado di venire a Milano. Io non posso vederla, non mi danno il permesso. Avevo chiesto la possibilità di andare a Napoli solo 48 ore per abbracciarla e me l’hanno negata, ma vi rendete conto? È una crudeltà… Mi auguro solo che chi mi ha messo in questa condizione non abbia da rispondere alla sua coscienza

Cosa ne pensi?

-1 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Paolo Ciavarro

Grande Fratello Vip 4, Paolo Ciavarro sarà uno dei concorrenti

Tapiro d'Oro

Adrian(o) riceve il Tapiro d’Oro per gli ascolti bassi, la risposta del cantante