in

Giulia De Lellis, pubblicati alcuni estratti intimi e choc dal suo libro

Dopo una lunga attesa, l’attesissima opera prima di Giulia De Lellis, Le corna stanno bene su tutto. Ma io stavo meglio senza!, è finalmente disponibile in tutte le librerie e crediamo sia ormai superfluo ricordare come il libro, scritto a quattro mani con l’autrice Stella Pulpo, sia incentrato sui tradimenti subiti dall’esperta di tendenza da parte dell’ex fidanzato Andrea Damante, che, come ricorderete, non aveva preso proprio benissimo la notizia e aveva voluto dire la sua (qui per recuperare).

Se qualche tempo fa avevamo già potuto leggere qualche spezzone, dopo l’uscita ufficiale dell’opera sono immediatamente diventati virali alcune parti, che, in maniera forse anche troppo diretta, hanno svelato dettagli intimi della relazione degli ex Demellis:

Ripenso alle mattine in cui mi svegliavo al suo fianco, nel nostro letto e lo guardavo ancora addormentato, sentendomi la donna più fortunata del pianeta. Per carità, stavamo insieme da un pezzo, era routine, quotidianità, niente di eccezionale. Eppure per me ogni giorno era una sorpresa, l’assoluto stupore di essere accanto all’uomo che amavo. Peccato che quello stesso soggetto, magari fino a poche ore prima, avesse preso, toccato e baciato un altro corpo. Un altro seno, un altro c**o, scivolando con sconcertante agilità tra le cosce di un’altra. Una qualsiasi. Una che non significava niente. L’ennesima figurina in una collezione di conquiste usa-e-getta. Avrà almeno usato le precauzioni? Ve l’ho già detto, sono ipocondriaca.

La scoperta del tradimento, che l’aveva fatta infuriare a tal punto da mettere completamente a soqquadro l’appartamento del Dama, era infatti stato un duro colpo per Giulia:

Sono schifata! Quanto? Prendete gli insetti, i topi di fogna, i piedi sporchi, la puzza di sudore, i cassonetti della monnezza. Tutto ciò che vi fa venire più la nausea. Mettetelo insieme, sommate il disgusto al disgusto e aggiungetene altro, in quantità. Mescolate bene, fino a ottenere un composto di me**a. Infornate a 200°, per sempre.

Non mi lavo da tre giorni e non mi sono neppure cambiata le mutande.

Ma non è finita qui, perché il clou del racconto viene raggiunto con la descrizione di un rapporto, non proprio ricco di pathos:

Facciamo l’amore ed è bellissimo, siamo sudati, bagnati, affannati. Ci guardiamo negli occhi per tutto il tempo. È così perfetto che fa male. Trasudo passione, è incredibile, è intenso. È finito. È venuto. Fisso il soffitto. Non riesco a dire niente. Brava Giulia, tu sì che sai resistere alle tentazioni.

Avete già acquistato la vostra copia?

Cosa ne pensi?

-2 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Céline Dion svela cover e tre nuovi brani del suo nuovo album

Lea Michele, in arrivo il suo album natalizio