in

Magia nera al Grande Fratello Vip? Il mistero del rito vodoo

Grande Fratello Vip
Grande Fratello Vip

Che al Grande Fratello Vip succedesse di tutto è un fatto ormai risaputo, ma che un concorrente venisse accusato di praticare la magia nera ancora mancava al tassello delle esperienze vissute nella casa più spiata d’Italia.

Nelle ultime ore, sono comparsi su Twitter una serie di tweet dove si riporta che la zia di Pierpaolo Pretelli avrebbe notato e chiesto la diffusione in rete di alcune immagini che ritraggono Giulia Salemi tenere in mano un fantoccio.

“Giulia Salemi in assenza di Fariba tiene una bambolina voodoo che passa di mano in mano. La stessa Carlotta chiede incuriosita se si tratta di una bambola voodoo.”

La mattina seguente, Maria Teresa Ruta avrebbe trovato in bagno alcuni spilli e la zia di Pierpaolo Pretelli, temendo che il nipote potesse essere soggiogato da misteriose forze sinistre, ha chiesto la divulgazione di queste immagini.

Sul web si è creato un certo interesse verso questo tema, tra chi affronta la situazione con serietà ed apprensione e chi, la più parte a dire il vero, la butta sull’ironia e sul ridere. C’è anche chi ha letto nel rituale di magia nera un possibile tentativo di allontanare dal cuore di Pierpaolo la presenza di Elisabetta Gregoraci, donna da cui l’attuale compagno di Giulia è sempre stato attratto.

Alla fine, il mistero del rito vodoo viene risolto con l’inserimento di un personaggio finora rimasto nell’ombra: Tommaso Zorzi.

Proprio a quest’ultimo infatti apparterebbe il fantoccio, oggetto di innumerevoli ipotesi, che col sovrannaturale – ma soprattutto con Giulia Salemi – molto poco ha a che fare.

Cosa ne pensi?

24 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

A rischio partecipazione a Sanremo 2021 di Zlatan Ibrahimovic

Sanremo 2021: salta la partecipazione di Zlatan Ibrahimovic?

Festival di Sanremo 2021 rinviato ad aprile

Sanremo 2021, il ministro della cultura tuona: “neanche i figuranti nel pubblico”, ma qualcosa non torna