in

Mara Maionchi chiede scusa ad Arisa: “non potrei mai parlare male di lei”

Se a Natale sono tutti più buoni, la regola non vale in questo uggioso novembre, specialmente nel mondo vip.

Dopo la presunta faida tra Giulia De Lellis e Belen Rodriguez, che ha recentemente visto lo schieramento anche di Caterina Balivo, e l’ultimo battibecco tra Malika Ayane e Mara Maionchi, qualche giorno fa vi avevamo parlato dello scontro sempre tra la Maionchi e Arisa.

Come certamente ricorderete, Mara, durante il giudizio riservato ad un concorrente, aveva tirato in ballo la canzone “La Notte” di Arisa, definendola “una canzone perfetta per una donna depressa”.

L’uscita non era ovviamente sfuggita alla diretta interessata, che, tramite il suo profilo Instagram, aveva più volte detto la sua (qui per recuperare).

Ebbene, dopo il caos scatenatosi, Mara ha voluto oggi chiedere scusa ad Arisa e, ai microfoni di Miseria e Nobiltà su Radio 102.5, si è così espressa:

Mi è dispiaciuto molto, mi dispiace. Io non volevo assolutamente. Figuriamoci se mi metto a parlare male di una canzone così bella e così ben cantata da Arisa. La canzone in questione era La Notte. L’unica cosa che trovavo un po’ eccessiva è che a cantarla fosse un ragazzo di 17 anni, maschio, che di solito sono più indietro delle donne di quell’età, come maturazione intendo. Il testo non lo trovavo molto adatto a lui nel modo di poterlo raccontare al meglio.

E ancora:

La canzone è bellissima e cantata da Arisa in maniera fantastica. Unica cosa è che il testo ad un ragazzo di 17 anni l’ho trovato un po’ prematuro. Tratta temi importanti come la depressione, la solitudine e per un ragazzino di quell’età si spera non sia ancora nella condizione di provare ciò. Io non ho attaccato nessuno, né lei né la canzone, che sono inattaccabili. Ho solo detto che mi sembrava prematuro per un ragazzo così giovane che fosse già in una condizione di avere dei pensieri e dei perché la notte. Tutto lì. Non c’è dubbio sul fatto che la mia uscita sia stata mal interpretata, ma non potrei mai parlare male dell’esibizione di Arisa su La Notte in generale. Lei è bravissima e la canzone è un grande pezzo per me. Chiedo scusa se hai mal interpretato le mie parole. Ribadisco: mi sono adeguata solamente al fatto del testo che per un ragazzino così giovane mi sembrava sbagliato. Senza toccare assolutamente La Notte, perché è un pezzo bellissimo e lei ha una voce straordinaria. Arisa poi è una bravissima ragazza. Magari le sono state riferite male le mie parole. Mi è parso solo che il giovane non sia entrato nel pieno della canzone.

Pace fatta?

Cosa ne pensi?

1 point
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Niente da fare per Adrian e X Factor, gli ascolti affondano

Una storia da cantare logo

Una storia da cantare: su Rai1 tre serate dedicate ad altrettanti cantautori