in

Pamela Prati ospite di Massimo Giletti a Non è l’Arena: ecco che cos’è successo

Dopo essere stato il filo conduttore di tutta la prima stagione di Live – Non è la d’Urso nella scorsa stagione televisiva, il caso Pamela Prati sembra essersi ufficialmente traferito su La7 a casa di Massimo Giletti, che con il suo Non è l’Arena ha cominciato ad approfondirlo.

La showgirl sarda ieri sera è stata infatti nuovamente ospite della trasmissione, dove ha avuto un faccia a faccia nientemeno che con Roberto D’Agostino, patron di Dagospia, il sito che, per primo, ha smascherato la farsa dietro il fantomatico Mark Caltagirone.

Ma com’è andato questo confronto? Di seguito il botta e risposta saliente tra i due:

Io sono innocente. Non ho paura di vedere Roberto, anzi devo ringraziarlo perché mi ha salvato.

Sei stata complice. Altrimenti dobbiamo andare da un medico

Finire sul viale del tramonto dà fastidio a tutti

Ma non è vero Roberto, io non sono sul viale del tramonto…

Hai problemi di gioco.

Non ho problemi di gioco!

Vai al Bingo!

Accompagnavo mia sorella.

E i debiti con le agenzie delle Entrate?

Con le agenzie delle Entrate è tutto risolto. Poi non c’è mai stato il problema del Bingo.

Da qui la riflessione di D’Agostino, che ha voluto tirare in ballo anche Maria De Filippi:

La storia di Pamela è spia di cosa è diventata celebrità contemporanea. È successo qualcosa: Maria De Filippi ha lanciato Uomini e Donne, che propone storie di tronisti e corteggiatrici che devono trovare l’anima gemella. La grande idea è prendere gente comune affinché la gente comune possa identificarsi in loro. Il telefono non squilla e rimangono danneggiati mentalmente. Nel caso di Pamela Prati troviamo tutti personaggi fuoriusciti da Uomini e Donne.

Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo organizzavano queste cose da 10 anni e quando è arrivata Pamela Prati, hanno trovato la gallina dalle uova d’oro. Loro sono completamente fuori dalla realtà perché quando vanno in questi programmi, si crea se stessi, un personaggio.

Pamela nel frattempo ha preferito colpevolizzare altre persone, e non ha risparmiato neanche la conduttrice Barbara d’Urso

Le trasmissioni hanno fatto i soldi sulla mia pelle. La d’Urso, nonostante avesse letto i miei messaggi con Mark, ci ha fatto dieci puntate col 22% di share.

Nominata Barbarella, è stato quindi il turno di Giletti, che ne ha approfittato per lanciare quella che, sul web, è stata subito vista come una frecciatina:

In quindici giorni noi abbiamo trovato un documento. Abbiamo verificato che le due socie avevano già in passato fatto queste cose. Avevano dei precedenti di questo tipo. Quindi invece di invitarle avrebbero detto ‘qualcosa non torna’. Perché uno che si vanta di essere sotto testata giornalistica non fa il lavoro giornalistico, ma sfrutta questa storia? Questa è una domanda alla quale un giorno dovranno rispondere. Ce l’ho con chi fa un lavoro non corretto.

Poi un “saluto” finale

Salutiamo Barbara d’Urso, ciao Barbara. Lei è stata dall’altra parte per qualche domenica, so che Mediaset ha deciso di spostare il suo programma dalla domenica sera. La salutiamo a nome dei suoi fan.

Barbara risponderà agli attacchi?

Cosa ne pensi?

-3 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

barbara d'urso

Live – Non è la d’Urso, Rocco Siffredi racconta un aneddoto e spiazza Barbara d’Urso e il pubblico – VIDEO

Ascolti TV, ecco i risultati di domenica 20 ottobre