in

Sanremo 2020, la Rai blocca Rula Jebreal e il web si scatena

Rula Jebreal
Rula Jebreal a Sanremo 2020?

Sanremo 2020 è work in progress e si lavora giorno e notte per celebrare al meglio la settantesima edizione del festival musical più importante in Italia. Si parte il 4 febbraio su Rai1 per arrivare diretti all’8 febbraio con la finalissima. Conduttore e direttore artistico di questa edizione Amadeus che, proprio il 6 gennaio, confermerà il cast e svelerà i titoli delle canzoni in gara. Al suo fianco lo showman vorrebbe 10 vallette, 2 diverse ogni sera. Donne che negli ambiti più disparati, dallo sport alla televisione passando per la politica e l’impegno sociale, si siano messe in gioco. Tra questi volti quasi sicuramente troveremo Diletta Leotta, Antonella Clerici e ad ora, in forse, la partecipazione di Rula Jebreal, data già praticamente certa fino a poco fa.

Sanremo 2020, per Rula Jebreal è NO

Come rivelato oggi da La Repubblica (pagina 41 sezione spettacolo) pare proprio che la Rai abbia deciso di bloccare la partecipazione di Rula Jebreal a Sanremo e quindi smorzare l’idea di Amadeus. Questo dietro front da parte dei vertici Rai sarebbe motivato dalle polemiche scatenate sui social dai sovranisti.

La giornalista palestinese, di natura italiana, secondo qualcuno potrebbe spostare l’attenzione sul mondo della politica e dell’attualità, oscurando invece le canzoni in gara, protagoniste assolute della kermesse. Non essendo ancora state fatte le nomine, si è quindi pensato di bloccare l’ospitata per non turbare la sensibilità di nessuno.

A questa decisione non ci stanno però il presidente dei senatori di Italia Viva Davide Faraone, il quale commenta:

Dieci donne a Sanremo 2020 ma non Rula Jebreal. Nessuno spazio ad una nuova italiana di successo. Nella narrazione sovranista stona e anche parecchio. La Rai, la tv pubblica, si piega al diktat di Salvini. Credo sia semplicemente vergognoso. Ho deciso di portare il caso in vigilanza Rai ed intanto denuncio pubblicamente un’autentica discriminazione di Stato. Non possiamo stare zitti.

Davide Faraone

A queste parole si aggiungono parole di tanti altri parlamentari renziani. Dall’altra parte, Daniela Santanchè, ricorda l’episodio in cui la giornalista affrontò il tema dell’Italia fascista

Tanti i commenti sui social e la voce della comunità araba in Italia che non ci sta e si esprime così a riguardo:

Il no a Rula Jebreal è un episodio che non aiuta l’integrazione, ci facciano sapere i veri motivi dell’esclusione. Già l’anno scorso è successo con Mahmood e quest’anno con Rula ed è ancora più grave perchè prima viene annunciata la sua partecipazione e poi dopo le polemiche viene esclusa”.

Comunità araba in Italia

Cosa ne pensi?

-4 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archie diventa influencer a capodanno

Archie è il nuovo influencer di Buckingham Palace: Meghan e Harry increduli

Grande-Fratello-Vip

Grande Fratello Vip 4, svelate tre grandi novità (una per gli amanti de Il Collegio)