in

Yari Carrisi dichiarato colpevole e condannato dal tribunale per aver augurato la morte a Barbara d’Urso

Barbara d'urso

“La Durso deve morire”. Questo l’augurio violento e gravissimo scritto da Yari Carrisi sul suo profilo Instagram, precisamente nelle Stories, lo scorso 21 aprile, contro la conduttrice Barbara d’Urso.

L’augurio di morte pubblicato a mezzo social ha avuto luogo dopo che la conduttrice del noto talk show Pomeriggio 5 aveva parlato di un possibile riavvicinamento tra Albano Carrisi e Loredana Lecciso, che si trovavano insieme con i figli a causa del lockdown.

Carrisi, resosi poi conto della gravità del suo gesto, avrebbe ritrattato restringendo l’augurio di morte al solo programma condotto da Barbara d’Urso e non alla conduttrice stessa.

Una difesa piuttosto fiacca e mal riuscita, poiché Yari Carrisi ha addirittura condiviso le parole di alcuni haters che avallavano l’augurio di morte formulato all’indirizzo di Barbara d’Urso, con commenti del genere: “Hai ragione!”, oppure “Come minimo, il male va abolito.”

Suffragando questi commenti, non era possibile concedergli il beneficio del dubbio: l’augurio di morte è stato perciò intenzionalmente indirizzato da Yari Carrisi a Barbara d’Urso.

Oggi, quindi, è stato emesso il decreto penale di condanna che dichiara colpevole l’imputato Yari Carrisi, la cui responsabilità è stata accertata in sede penale, per aver leso la reputazione e l’onore di Barbara d’Urso mediante l’utilizzo dei social network.

Cosa ne pensi?

3 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Federica Pellegrini positiva al Covid-19

Federica Pellegrini in lacrime: “ho preso il Covid-19” – VIDEO

Fabrizio Corona positivo a Covid

Fabrizio Corona ha il Coronavirus: l’annuncio a Pomeriggio Cinque